Incontro con gli studenti

Standard

ragazzi

Venerdì 2 maggio  siamo state invitate in una scuola tecnica di Alba per incontrare alcuni studenti, che hanno affrontato, nell’arco dell’anno scolastico, un progetto importante riguardante: “le relazioni affettive”.
Gli insegnanti hanno delineato un percorso ampio sul significato dello “stare insieme” secondo diversi aspetti. Il nostro ruolo, come volontarie di tel donna, è stato incentrato sulla relazione di coppia, che a volte degenera in un rapporto che può condurre alla violenza. Abbiamo presentato il nostro contributo come associazione alla soluzione o semplicemente all’aiuto verso le persone che vivono situazioni di disagio e di violenza nella relazioni umane. Abbiamo cercato di far comprendere perché il nostro intervento è  rivolto alle donne ,che sono i soggetti che subiscono la relazione dove non c’è parità, e quindi non c’è rispetto.  Qualunque forma di violenza o mancanza di rispetto della persona (fisica, psicologica, diretta o indiretta) non rientra in una relazione affettiva sana, perché non esiste alcuna forma di amore che porta a prevaricare sull’altro. Abbiamo analizzato il concetto di “violenza domestica”, difficile da riconoscere, perché non si vede e su questo argomento molte le domande degli studenti riguardante anche il  loro modello culturale e i pregiudizi sociali. Si è poi parlato della loro realtà , dei loro rapporti tra adolescenti, delle difficoltà di alcuni studenti ad approcciarsi e creare una relazione “sana”.
Questi incontri sono estremamente importanti per noi volontarie di tel donna, perché sono l’indice dei cambiamenti nella società, ci dimostrano la difficoltà ancora a vedere ciò che per noi è ormai ovvio e culturalmente radicato; e inoltre ci auguriamo che siano fonte di informazioni utili per le nuove generazioni perché l’educazione è l’unico mezzo per la prevenzione della violenza e per la soluzione di questo fenomeno sociale ancora così esteso

  • Date